Microsoft Win

Addio a Windows 7 e Office 2010: ecco i software che verranno “abbandonati” nel 2020

Quando si parla di upgrade importanti che coinvolgono il principe dei software, ovvero il sistema operativo (Microsoft Windows su tutti, ma non solo), spesso in azienda, soprattutto se piccola o micro, scatta il panico.

Come ormai noto ai più, lo “status quo” è in grado di offrire una parvenza di serenità generale a pressoché qualunque essere umano; su questo tema la saggezza popolare ha anche inventato proverbi molto noti, come ad esempio “chi lascia la strada vecchia per la nuova, sa quel che lascia ma non sa quel che trova”. In ambito informatico però, questo assunto non è sempre vero, anzi può diventare addirittura pericoloso.

I software che verranno “abbandonati” nel corso del 2020

Dal 14 gennaio, i seguenti software targati Microsoft non riceveranno più supporto:

  • Windows 7
  • Windows 7 Pro
  • Windows Server 2008
  • Windows Server 2008 R2
  • Exchange Server

Dal 13 ottobre, si aggiungeranno inoltre:

  • Office 2010
  • SharePoint Server 2010
  • Project Server 2010

Cosa succede all’utente finale utilizzatore di uno di questi applicativi? Ovviamente, nessun contraccolpo visibile, perché il software continuerà a funzionare come sempre; la differenza però si avrà nel medio e lungo periodo, perché non essendo più disponibili aggiornamenti di sicurezza, la vostra macchina si troverà sempre più esposta ad attacchi informatici, diventando letteralmente ogni giorno più insicura e, col tempo, anche sempre più instabile.

Cosa fare dunque per limitare i danni?

La soluzione è semplice e non per forza dispendiosa. Il passaggio da Windows 7 a Windows 10 ad esempio oggi è quasi del tutto gratuito, se non consideriamo i tempi necessari per l’installazione e l’aggiornamento, mentre per altri software, come quelli del pacchetto Office, esistono offerte personalizzate per diverse categorie (studenti, insegnanti, startup ecc) e soluzioni in abbonamento dal costo mensile molto basso, in modo da evitare esborsi eccessivi per l’acquisto di più licenze.

In ogni caso, se volete evitare brutte sorprese e dormire sonni tranquilli, potete affidarvi all’esperienza dei tecnici Globalsystem, in grado di lavorare sulle macchine aziendali in piena sicurezza, sempre disponibili a studiare insieme soluzioni personalizzate legate all’assistenza tecnica e al backup.

Buon upgrade allora!

CONDIVIDI